#duemilaventi: Intelli|sfèra si trasforma

Importanti novità all’orizzonte per Intelli|sfèra. Per attuare con maggiore e rinnovata incisività la sua missione originaria – l’innovazione nell’intelligence delle fonti aperte – Intelli|sfèra si trasforma.

Dal 1 gennaio 2020 Intelli|sfèra cesserà ogni attività con finalità di business (consulenza, formazione, ecc.) per dedicarsi unicamente alle attività culturali, scientifiche e di divulgazionefinalizzate alla innovazione disciplinare nell’Intelligence delle Fonti Apertee alla promozione di OSINT comeattività originaria finalizzata all’accrescimento della conoscenza negli individui e nelle Organizzazioni.

Il nuovo assetto vede Intelli|sfera ancora come un “progetto”, una “visione”, una “idea”, ma finalmente ora completamente orientata alla produzione di idee, valori e contenuti per l’innovazione disciplinare nell’intelligence delle fonti aperte e originarie.

I progetti e le idee per la nuova Intelli|sfèra sono già tante e saranno presentati nel corso dei prossimi mesi. Speriamo vogliate seguirci – come avete fatto fino a oggi – anche in questa nuova, entusiasmante avventura.

Intelli!sfèra

Giovanni Nacci presenta il suo Microglossario Interdisciplinare per l’Intelligence delle Fonti Aperte (Epoké, 2019)

Giovanni Nacci presenta il Microglossario Interdisciplinare per l’Intelligence delle Fonti Aperte

Giovanni Nacci, Microglossario Interdisciplinare per l’Intelligence delle Fonti Aperte (Epoké, 2019) – Glossario disciplinare, comparato e commentato, per la microlingua della Teoria Generale per l’Intelligence delle Fonti Aperte.

Formato cartaceo e Kindle: https://www.amazon.it/dp/8899647976/

Formato ePub: https://www.bookrepublic.it/book/9788…

Conclusa l’edizione romana del Corso di Alta Formazione sulla Teoria Generale per l’Intelligence delle Fonti Aperte

Si è conclusa con successo la prima edizione romana del Corso di Alta Formazione sulla Teoria Generale per l’Intelligence delle Fonti Aperte (OSINT) e delle Fonti Originarie (USINT) nelle Organizzazioni.

Nella giornata di sabato 30 marzo 2019 presso la sede di Resquon si sono succeduti i tre moduli – Cenni sulla Teoria Generale, Psicologia delle Decisioni e produzione, trasferimento e gestione della Conoscenza con OSINT, Analisi e Scoperta Fonti OSINT – che hanno illustrato la necessità e gli aspetti principali della applicazione della Teoria Generale per l’Intelligence delle Fonti Aperte all’interno delle Organizzazioni di qualsiasi natura e dimensione.

Un particolare ringraziamento per il successo ottenuto va alla Dottoressa Stefania Fantinelli, alla Dottoressa Micol Ruffini, a Resquon per ospitato l’iniziativa di Intelli|sfèra ma soprattutto a coloro che ci hanno scelto onorandoci della propria fiducia: grazie di cuore!

In Intelli|sfèra stiamo già lavorando alla prossima edizione romana che presenterà alcune nuove idee finalizzate a ottenere una soddisfazione ancora maggiore dei partecipanti.

Stay tuned, Stay hungry!

Il 30 marzo 2019 la formazione di Intelli|sfèra approda a Roma!

Il 30 marzo 2019 per la prima volta la formazione di Intelli|sfèra approda a Roma con un corso sulla “Teoria Generale per l’Intelligence delle Fonti Aperte (OSINT) e delle Fonti Originarie (USINT) nelle Organizzazioni“.

Il corso – che si fonda sulla Teoria Generale per l’Intelligence delle fonti Aperte – intende trasferire le conoscenze proposizionali, inter (e intra) disciplinari e organizzative che sono necessarie alla ideazione, alla progettazione e alla implementazione nel proprio contesto di riferimento di soluzioni OSINT e USINT innovative finalizzate all’ottenimento di una condizione di vantaggio strategico sui competitori.

Il corso si articolerà su tre modulo e si terrà presso le strutture di Resquon Srl (via di Villa Severini, 54 – Roma) dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30.

L’aula è volutamente limitata ad un massimo di 5 partecipanti.

Per maggiori informazioni visitate la pagina dell’evento.

Per le iscrizioni cliccare qui.

Vi aspettiamo!

PYTHIA al SEAFUTURE 2018

Al SeaFuture 2018 – ieri  21 giugno 2018 – con il workshop “European strategic technologies forecasting” patrocinato da SegreDifesa (Ministero della Difesa), è stato presentato il progetto PYTHIA.

Sono intervenuti il Comandante  Luigi SCHINELLI (SEGREDIFESA), Eric GIRARD (European Defence Agency),  Giuseppe VELLA (ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA), Fabio RUINI e Alessandro ZANASI (ZANASI&PARTNERS).

Intelli|Sfèra partecipa allo Stakeholder Group di PYTHIA.

 

Disponibili le slide dell’Intelli|Sfèra Launching Workshop

Per chi non avesse ancora avuto modo di scaricarle, segnaliamo che sono disponibili le slide dei tre interventi che si sono tenuti durante l’Intelli|Sfèra Launching Workshop del 27 aprile scorso.

IN3: INtelligence, INnovazione, INtelli|Sfèra (Giovanni Nacci)

I risvolti psicologici dell’intelligence delle fonti aperte come supporto alle decisioni aziendal(Dott.ssa Stefania Fantinelli)

L’OSINT per la consapevolezza delle scelte strategiche nelle Aziende e nelle Organizzazioni (Dott.ssa Micol Ruffini)

Intelli|sfera Launching Workshop: segnali dallo “spazio profondo”

L’idea di progresso implica due diversi elementi, egualmente indispensabili. In primo luogo uno sforzo del pensiero, consistente in un raffronto tra due o più stati di sviluppo dell’oggetto in esame. In secondo luogo una misura empiricamente stabilita, che sia capace di servire da strumento per compiere quel raffronto (…) Il concetto di progresso richiede che l’indicatore attribuisca all’ultimo degli stati di sviluppo paragonati un valore superiore a quello degli stati precedenti.”
(R. Michels, Intorno al problema del progresso, Armando Editore, 2011, p. 29)

Il 27 aprile 2018 si è svolto, complice la piacevole cornice di un tranquillo e assolato pomeriggio pescarese, l’Intelli|Sfèra Launching Workshop evento che ha sancito il “debutto in società” di Intelli|Sfèra.

All’interno della Sala Michetti dell’hotel Plaza, di fronte a un pubblico eterogeneo e interessato, si sono susseguiti i tre interventi previsti dal programma, finalizzati ad illustrare la visione di Intelli|Sfèra circa le attività di ricerca, formazione e consulenza nel campo dell’Intelligence delle Fonti Aperte.

Nel progettare l’evento si è scelto di dedicare la maggior parte del tempo a disposizione ai due interventi interdisciplinari tenuti rispettivamente dalla Dottoressa Stefania Fantinelli (area psicologia delle organizzazioni) e dalla Dottoressa Micol Ruffini (area management) che sono stati il vero fulcro e valore aggiunto del pomeriggio.

Per Intelli|Sfèra, infatti, l’intelligence e gli Studi di Intelligence, non possono realmente evolvere ed innovarsi se restano chiusi all’interno del proprio ambito disciplinare; occorre invece perseguire concrete “aperture di fiducia” verso i contributi che possono arrivare da altre discipline che certamente sono molto più antiche, formali e teoreticamente “attrezzate” dell’intelligence.

Durante il suo intervento la Dottoressa Fantinelli ha indicato le possibili aderenze e compenetrazioni tra psicologia e intelligence, in particolar modo relativamente alla qualità dei processi decisionali. L’intervento della Dottoressa Ruffini ha invece illustrato le prassi operative e organizzative attraverso le quali con l’Intelligence delle Fonti Aperte è possibile indirizzare le scelte strategiche delle Organizzazioni.

Entrambi gli speech hanno assai bene illustrato il concetto di “interdisciplinarità attuata” che Intelli|Sfèra persegue, dimostrando come il superamento dei confini disciplinari non solo sia possibile in ogni Organizzazione ma anche indispensabile per ogni disciplina che intenda dirsi tale, OSINT compresa.

Il workshop non ha voluto sottrarsi dall’indagare le difficoltà e gli ostacoli che questo tipo di approccio presenta, per lo più collocati al livello culturale e di atavica resistenza ad un idea di cambiamento (quale che sia).

Da un lato, infatti, l’intelligence continua a considerarsi una disciplina già matura, consolidata, indipendente (ma quale disciplina lo è mai completamente?) forse proprio per questo motivo assai poco incline – al di là dei roboanti proclami istituzionali – ad attivare concrete prassi di borrowing” e boundaries crossing disciplinare.

Dall’altro lato occorre registrare una certa freddezza delle Organizzazioni (che forse sono ancora legate a vecchi modelli di business o forse semplicemente affaticate da una massiccia offensive commerciale di servizi di cyber-intelligence) verso questo modo di intendere la consulenza e la formazione in OSINT come conseguenze diretta delle attività di ricerca disciplinare e interdisciplinare.

E’ un problema sistemico? E’ un problema culturale? E’ un problema di mercati? Certo la sfida è complessa, difficile, ma allo stesso tempo incredibilmente entusiasmante. Una sfida che Intelli|Sfèra intende affrontare con slancio, fondando il suo impegno sul concetto di ricerca e innovazione come “motori” irrinunciabili di ogni attività consulenziale e formativa.

Segnali positivi – al largo dei bastioni di Orione sembrano esserci.

A noi – esperti, professionisti, imprese, organizzazioni, istituzioni – sta il compito di saperli captare, amplificare, recepire, interpretare ed infine trasformare in soluzioni concrete ed efficaci.

L’avventura è appena agli inizi.

Buon vento Intelli|Sfèra!

Americo Vespucci - Fonte Marina Militare Italiana
Americo Vespucci – Fonte Marina Militare Italiana